I candidati Mariella Barbieri, Nicola Braunwalder, Pietro Lisdero, Roberto Macconi si presentano

Maria Barbieri (Mariella), Classe 1965 (detta "Mariella"), Lista N° 2 – Candidata N° 2

Sono nata e cresciuta in Toscana, regione italiana nella quale ho vissuto sino all’età di 18 anni. Dopo un periodo trascorso in Inghilterra, sono felicemente approdata nel luganese. Era l’ormai lontano 1984. 
Lavoro come impiegata amministrativa presso una ditta di Lugano, attiva nel commercio dell’acciaio.

Nel 2015 io e mio marito abbiamo concretizzato l’idea che accarezzavamo da tempo: uscire dalla città per andare a vivere nel verde, alla ricerca di ritmi più naturali. 
bbiamo scelto di trasferirci a Ponte Capriasca; paese che quotidianamente ci regala la vita che esattamente volevamo: immersione nella natura e nel contempo a pochi chilometri dalla città, relazioni più genuine, tranquillità, sole, pochi e attutiti rumori, lunghe passeggiate.

Ho sempre avuto una accentuata sensibilità per la natura, il pianeta ed i suoi abitanti, tutti.
Non potevo rimanere in silenzio di fronte al progetto presentato dal Dipartimento del Territorio per l’istallazione, ai margini del nostro paese, dell’impianto di compostaggio  d’importanza sovracomunale - progetto al quale sono avversa e contro il quale ho riversato il mio impegno.
Probabilmente l’occasione di conoscere alcuni di Voi si è già presentata al laghetto di Origlio, una domenica mattina, mentre raccoglievo firme per la petizione indetta contro l’impianto di compostaggio; magari è capitato di incontrarci nei dintorni del campo sportivo, impegnata nella medesima attività. 
L’auspicio é che sia arrivato il tempo di trovare una nuova ubicazione per l’impianto di compostaggio; certamente il luogo adatto non è alle porte del nostro paese, poco discosto dalle nostre case.
Ho intenzione di dedicare la medesima attenzione  nella opposizione alla discarica cantonale di inerti. 
Ringrazio anticipatamente chi vorrà darmi fiducia nel portare avanti il rifiuto della comunità a questi progetti che danneggiano e discriminano il nostro bel territorio e la qualità della nostra vita.

Nicola Braunwalder, Lista N° 2 – Candidato N° 7

Ponte Capriasca domani: avrà il coraggio di intessere relazioni costruttive con comuni vicini, con argomentI validi, migliorando la qualità di vita dei propri cittadini.
Economia etica: si basa su incentivi e su scelte etiche dei consumatori. Vorrei promuovere imprese che valorizzano il sapere dei dipendenti più anziani e lo slancio dei giovani, ponendo al centro l’individuo e la sostenibilità ecologica e sociale.
Perché: un’economia etica crea posti di lavoro, responsabilizza chi opera al suo interno, valorizza le relazioni tra persone e guarda al futuro.
Padre di Marc (9 mesi) e sposato con Chiara, Nicola (1981) vive a Ponte Capriasca dal 2015. Dopo la maturità e gli studi a Berna in economia politica, oggi lavora a stretto contatto con le aziende ticinesi. È stato attivo nella gestione di un comune malcantonese. Si considera un uomo di squadra, sia sul campo di calcio dell FC Ponte Capriasca Seniori 30+ che nella vita privata e professionale.


Pietro Lisdero, Sindaco uscente, Lista N° 2 – Candidato N° 4, Classe 1961,
sposato con Radmila, e padre di Paolo, Aleksandra e Simone.
Impiegato presso: Consorzio Depurazione Acque Lugano e Dintorni.

Propositività  e Attrattività
Mantenere l’autonomia comunale è sempre più impegnativo in comuni come Ponte Capriasca dove, l’introito fiscale proviene prevalentemente da persone fisiche e con:
- La richiesta di servizi, visto il momento congiunturale che sta attraversando il mondo del lavoro, che è in crescita.
- Costi fissi imposti e socialità, sono in costante aumento.
- La manutenzione delle infrastrutture comunali inizia ad essere sempre più preponderante.

Questa legislatura è stata impostata sul contenimento della spesa negli investimenti, ammortizzando quelli fatti nelle precedenti. Permettendo cosi, alle prossime legislature, la possibilità di investire con una certa tranquillità.

Non sarà affatto facile mantenere in perfetto equilibrio la bilancia tra Propositività e Attrattività. Non avendo industria sul territorio ed essendo Ponte Capriasca a lato degli assi di transito stradale e ferroviario Nord - Sud, non si percepiscono quei vantaggi, a favore sia degli abitanti che per le amministrazioni comunali in cui sono presenti. In futuro si dovranno trovare nuove sinergie atte a mantenere quell’attrattività che ha fatto crescere ed apprezzare il nostro bel comune.
Anche eventuali collaborazioni con altri comuni, garantendo così l’autonomia comunale e fruendo di quei servizi che un comune da solo non è in grado di offrire.

ConOnestà,
sono a disposizione per le istituzioni del nostro comune; 20 anni in Consiglio Comunale, nel 2008 eletto in Municipio per il PLR, da novembre 2015 sono Sindaco.

Rispetto per, dipendenti, colleghi di Municipio, Consiglieri Comunali e abitanti di Ponte Capriasca.
È con questo spirito che ho voluto impegnarmi per il nostro comune, entrando nella politica comunale.

Coerenza nel sostenere le decisioni collegiali che si prendono in Municipio.

Gentili Signore ed Egregi Signori, è con questo spirito che mi ricandido per un’ulteriore legislatura.

Ringrazio sin d’ora le Elettrici e gli Elettori per la fiducia che vorranno rinnovarmi!

Macconi Roberto, Lista N° 2 – Candidato N° 10

Classe 1981 nato e cresciuto a Ponte Capriasca, sposato con Francesca e padre di 3 bambine: Laura (10 anni) , Melanie (8 anni) e Lisa (6 anni).

Di professione Meccanico di macchine, attualmente Venditore presso l’Atlas Copco divisione compressori industria.

Attivo nell’organizzazione PIF (Ponte in festa) e della cucina del carnevale Fiuu da Zucc.

Rinnovo la mia disponibilità verso il comune di Ponte perché durante questi 8 anni ho appreso molto e sento di poter continuare a dare il mio contributo a questo paese.
Nel caso dovessi essere rieletto darò il mio completo impegno per il comune, dalle presenze alle riunioni alle diverse mansioni che mi saranno affidate durante la prossima legislatura.
Durante quest’ultimo mandato mi sono messo a disposizione quale capo gruppo e presidente delle opere pubbliche. Queste mansioni mi hanno permesso di apprendere molto e mi hanno arricchito a livello personale.